skip to Main Content
consulenza@sos-haccp.it Lunedì - Venerdì: 09:00 - 18:00

Hai intenzione di aprire un negozio di alimentari? Hai bisogno di avere un manuale haccp.

Haccp negozio alimentari: quali obblighi?

A differenza di un negozio di abiti, scarpe o beni di altro genere, un negozio di alimentari deve possedere determinati requisiti igienico-sanitari per poter essere idoneo alla vendita di alimenti. Come riportato nel Reg. (CE) n.852/04 “le strutture destinate agli alimenti devono essere tenute pulite, sottoposte a manutenzione e tenute in buone condizioni”.

So bene che un ambiente in cattive condizioni non piace a nessuno, ma in questo caso la mancanza di igiene e manutenzione di locali e attrezzature può avere una conseguenza pericolosa sugli alimenti.

Se hai intenzione di vendere alimenti deperibili, ovvero alimenti che NON possono essere conservati a temperatura ambiente, dovrai verificare giornalmente il buon funzionamento delle dotazioni frigorifere. Un congelatore malfunzionante può compromettere la catena del freddo favorendo la moltiplicazione di batteri patogeni pericolosi per la salute umana. Ecco perché la normativa alimentare ha imposto l’obbligo di redigere il manuale haccp anche ai negozi di alimentari.

Ricapitolando, se vuoi aprire un negozio di alimentari a norma di legge devi:

  1. verificare che i requisiti igienico-sanitari della struttura siano conformi alla normativa (con l’aiuto di un consulente haccp)
  2. possedere un manuale di autocontrollo haccp in regola
  3. assicurarti che tutto il personale (proprietario incluso) sia stato formato con un corso haccp
  4. applicare correttamente tutte le procedure
  5. tenere regolarmente aggiornato il tuo manuale, vedi Rinnovo haccp
supermercato-famiglia

Manuale haccp negozio alimentare: esempio

Il piano haccp di un negozio di alimentari o di negozio di ortofrutta, deve includere:

  • una descrizione dettagliata della struttura sottoposta a regolare manutenzione
  • un elenco dei fornitori dei prodotti
  • un sistema di rintracciabilità
  • una procedura per il ritiro e richiamo di prodotti alimentari non conformi
  • la valutazione dei rischi
  • le schede haccp per la verifica delle dotazioni frigorifere, il monitoraggio degli infestanti, ecc..

Piano haccp negozio alimentari: chi lo redige?

La redazione del manuale richiede un’ottima conoscenza di tutte le norme igienico-sanitarie; i regolamenti del cosiddetto “pacchetto igiene”, della normativa regionale e dei regolamenti comunali in materia di pubblici esercizi.

Se non hai conoscenze specifiche in merito ti consiglio di chiedere aiuto ad un consulente haccp; per ogni procedura errata del manuale potresti ricevere sanzioni NAS da €500 fino a €3.000 [dal dlgs 193/07], quindi meglio non rischiare!

Richiedi informazioni

[[[["field13","equal_to","Altro"]],[["show_fields","field14"]],"and"],[[["field12","contains","Altro"]],[["show_fields","field15"]],"and"]]
1 Step 1
A quale servizio sei interessato?
keyboard_arrow_leftPrevious
Nextkeyboard_arrow_right
FormCraft - WordPress form builder
Back To Top